La Galleria SpazioArte Prospettiva16 di Boretto (RE) ha il piacere di invitarLa alla mostra “UOMINI, CITTÀ E DESTINI POSSIBILI” –  OPERE DI ALBERTO BERTOLOTTI – PRESSO GALLERIA SPAZIOARTE PROSPETTIVA16 DI BORETTO (RE) DAL  10 MARZO AL 25 MARZO 2018

Inaugurazione Sabato 10 Marzo 2018 – ore 17.30.
Presentazione del Prof. Ivan Cantoni
Catalogo disponibile in galleria.

Alberto Bertolotti (http://www.albertobertolotti.net/) è nato nel 1952 a Reggio Emilia. Ha Frequentato l’Istituto Statale D’arte “G. Chierici”, diplomandosi nel 1971. E’ il nonno, scultore, che gli trasmette la passione e la prima formazione tecnica relativa alla pittura ed alla scultura. Dal 1974 lavora come insegnante atelierista nelle Scuole Comunali dell’Infanzia di Reggio Emilia. Da sempre lo accompagna un grande interesse verso la grafica, la pittura, la scultura, in cui le rappresentazioni figurative diventano uno dei motivi del suo percorso esplorativo. La sua figurazione parte dalla tradizione classica ma viene arricchita di contenuti legati all’uomo e al mondo contemporaneo. Vive e lavora a Castelnovo Sotto.

Dal testo critico del Prof. Ivan Cantoni…In queste folle urbane tuttavia i corpi sono ben distinguibili, hanno una plasticità robusta, che non impedisce loro di muoversi con disinvoltura. Nessuno è fermo, ognuno è colto nell’atto di compiere un gesto, di camminare, danzare, conversare. L’impossibilità di trovare un ordine non impedisce l’aggregazione: esistono gruppi di figure interagenti, crocchi, piccole schiere che si dirigono nella stessa direzione… Non c’è omologazione, non ci viene trasmessa la sensazione inquietante di una massa anonima e potenzialmente manipolabile (tema tipico di molta arte concettuale del XX secolo). L’umanità indaffarata di Bertolotti non ha nulla di ostile, anche se il punto di vista da cui ci viene presentata impedisce di distinguere i volti e, elemento forse ancora più significativo, il genere di ogni figura. Non distinguiamo gli uomini dalle donne, abbiamo di fronte una folla di “umani” la cui sessualità non viene connotata in modo evidente. Di molti di loro si ha la sensazione che siano nudi, eppure nemmeno la nudità ne rivela il sesso. Una schiera di considerazioni sociologiche potrebbe scaturire da questo dato, che presentiamo semplicemente come uno dei molti segni della capacità dell’artista di tradurre in immagini intensamente evocative la carica “potenziale” dell’umanità contemporanea, in cui identità e ruoli sono così fluidi, così destrutturati da rendere assolutamente plastici i destini degli individui. Le democrazie occidentali hanno lavorato per secoli alla distruzione di ogni dogmatismo, hanno liberato il soggetto dalle costrizioni di qualunque fede o sistema di valori imposti dall’alto, svincolandolo da qualunque sovrastruttura. Le città di Bertolotti sono luoghi in cui si incontrano e interagiscono miriadi di liberi percorsi individuali sottoposti a volontà, scelte, influenze così complesse da non essere sintetizzabili in alcun modello organico. Le sue tele sono carte di una geografia umana senza punti cardinali, dove le strade seguite da ciascuno si autogenerano istante dopo istante. Sui volti o nei gesti dei suoi personaggi tracciati sommariamente pare di leggere una mescolanza di esaltazione e disorientamento, di serenità e vertigine. La stessa vertigine provata da chi, muovendo lo sguardo fra le miriadi di figure, ha la sensazione fugace di riconoscere se stesso.

Locandina mostra

La mostra sarà visitabile dal 10 Marzo al 25 Marzo 2018. 

Orari: sabato 16,00-19,00 – domenica e festivi 10,00-12,00 e 16,00- 19,00. Ingresso libero (per eventuali visite fuori orario, pregasi telefonare ai numeri di cui sotto).

Si ringrazia fin d’ora per la gradita partecipazione.

Galleria SpazioArte Prospettiva16

Via Trieste, 2/m – Boretto (RE)

E-mail: prospettiva16@virgilio.it

Telef. ed SMS : 333-8494623 (Gian Luca Nizzoli) / 335-8376777(Antonio Artoni) / 348-4428586 (Ettore Alberani) /  0522-964234 (Henry Guatteri)  / 333-7991056 (Sara Giuberti) / 339-6016043 (Domenico Bergamini)

Facebook: www.facebook.com/prospettiva16

Dove siamo: https://goo.gl/maps/JuPM4Pk1Q4L2