Sabato 27 ottobre alle ore 21 al Teatro del Fiume di Boretto andrà in scena lo spettacolo “Il dono prezioso”, organizzato da Matteo D’Avena con un gruppo di amici, in collaborazione con la parrocchia e con il patrocinio del Comune.

Lo spettacolo è dedicato al piccolo Andrea scomparso lo scorso 31 dicembre, a soli 4 anni di età, per le conseguenze di una rara forma di epilessia che gli aveva causato nel tempo una serie di importanti disfunzioni.

A distanza di poco meno di un anno, Matteo D’Avena ha deciso di realizzare uno spettacolo dedicato al figlio, ai suoi amici e all’intera comunità borettese con l’obiettivo “di mettere un seme d’amore nel cuore delle persone”. È stato lo stesso D’Avena ad aver ideato il copione, costituito da parti di danza moderna, danza classica, musica e preghiere.

Sul palco – dove verranno portati in scena anche sketch tratti da alcuni celebri film, tra cui “L’attimo fuggente” e “Una settimana da Dio” – a dare forma a questo ricco insieme sarà un gruppo di persone tra gli 11 e i 45 anni, molti dei quali provenienti dalla parrocchia.

Il senso di questo spettacolo – ha spiegato Matteo D’Avena – è il voler cercare di essere una forma positiva di educazione per le nuove generazioni, per concentrare l’attenzione sulle cose che davvero contano.

Credo che il messaggio lasciato da Andrea sia di una forza straordinaria: pur essendo un bambino che non riusciva a parlare, in pochi anni è riuscito ad avere tanti amici che gli hanno voluto bene veramente.

L’ingresso alla serata è a offerta libera, l’incasso sarà devoluto in beneficenza.

Per informazioni contattare il numero 328 8737356