Venerdì 6 settembre alle ore 21 nella nuova sede della biblioteca comunale di Boretto – ai Magazzini del Genio, in viale Umberto I 23 – sarà presentato il libro “Io resto qui… Lettere di caduti sul fronte russo e testimonianze delle famiglie”, alla presenza degli autori Maria Giovanna Respighi Palmi e Antonio Respighi. Introduce la serata Giancarlo Zambelli e a seguire Rita Morandotti e Fabrizio Lanzi del Gruppo lettori volontari ” A voce Alta” leggeranno alcune delle lettere contenute nel libro. Tutta la cittadinanza è invitata.

Il libro raccoglie le lettere dei caduti e dei dispersi sul fronte russo durante la Seconda guerra mondiale e le testimonianze delle loro famiglie ed è il capitolo conclusivo di un percorso durato dieci anni durante il quale gli autori sono riusciti a restituire più di 350 piastrini – ritrovati per una fortunata coincidenza nella città di Miciurinsk durante un viaggio – alle famiglie dei soldati italiani dispersi in Russia. 

Un gesto di misericordia che ha fatto rinascere ricordi, memorie e gratitudine da parte di figli, fratelli e sorelle, nipoti e pronipoti di quei caduti a cui i piastrini appartenevano e che ha messo così la parola fine all’angosciosa illusione di queste famiglie, lasciate dallo Stato in quel limbo di incertezza legato allo status ufficiale di “disperso”. 

Dopo oltre 70 anni dalla fine della Seconda guerra mondiale si riscopre così che intere comunità non hanno mai dimenticato quegli uomini valorosi mandati a combattere mal equipaggiati in una terra straniera e sconosciuta, dalla quale molti non hanno purtroppo mai fatto ritorno. Un libro che esaudisce perfettamente il desiderio di commemorazione, per non dimenticare il passato e vivere con serenità il futuro.