COMUNICAZIONI URGENTI IN TEMA DI MISURE PER LA GESTIONE DELL’EMERGENZA SANITARIA LEGATA ALLA DIFFUSIONE DELLA SINDROME DA COVID-19 PER I MERCATI E LE ATTIVITA’ COMMERCIALI.

CONSIDERATA l’emergenza sanitaria e l’evolversi della situazione epidemiologica, il carattere particolarmente diffusivo dell’epidemia e l’incremento dei casi sul territorio nazionale;

VALUTATO che il mercato settimanale del giovedì nella sua abituale ubicazione di Piazza Nenni e il mercato “contadino” del martedì che si svolge in Via Roma, comporta un notevole afflusso di persone provenienti anche dai comuni limitrofi e gli stessi operatori del mercato provengono da provincie limitrofe che non consentono un principio basilare di prudenza;

CONSIDERATO l’impegno profuso dall’Amministrazione Comunale nel garantire l’applicazione delle misure straordinarie, finalizzate a tutelare la salute pubblica, decise dal Governo mediante le disposizioni normative impartite;

RITENUTO pertanto opportuno adottare provvedimenti cautelativi e di emergenza al fine di scongiurare la diffusione del virus COVID-19 in ogni possibile zona o area di aggregazione in particolare nei bar e nei locali per la ristorazione;

CONSTATATO che per salvaguardare l’incolumità’ dei cittadini e dei commercianti che operano sul territorio si rende indispensabile sospendere lo svolgimento di ordinaria attività’;

CONSTATATO che, con DPCM del 08.03.2020 sono state adottate misure rimodulate delle aree come la nostra provincia di Reggio Emilia, particolarmente colpite dall’ epidemia;

CONSTATATO inoltre che, con DPCM del 09.03.2020 la Presidenza del Consiglio dei Ministri ha decretato misure urgenti di contenimento del contagio sull’ intero territorio nazionale allo scopo di contrastare e contenere il diffondersi del virus COVID-19;

CONSTATATO IL COMUNICATO CONGIUNTO DEI SINDACI DELLA PROVINCIA DI REGGIO EMILIA EMESSO IL 10 MARZO 2020 “Importanti aggiornamenti: questa mattina i Sindaci della Provincia di Reggio Emilia, unitamente al Sindaco del capoluogo ed il Presidente della Provincia si sono riuniti in video conferenza per attuare ogni azione, comportamento ed atto utile alla tutela della salute dei propri concittadini. Alla fine del confronto è stata espressa all’unanimità la volontà di sospendere momentaneamente tutte le attività mercatali ordinarie e straordinarie in tutto il territorio provinciale. Sono state quindi sospese tutte le attività mercatali ordinarie e straordinarie

COMUNICA

  • –  la sospensione dello svolgimento del mercato settimanale del giovedì e del mercato contadino del martedì fino al 03/04/2020 in ottemperanza ai sopra citati DPCM;
  • –  lo svolgimento delle attività di ristorazione e bar dalle ore 06.00 alle ore 18.00 con l’obbligo a carico del gestore di predisporre le condizioni per garantire la possibilità del rispetto della distanza di sicurezza interpersonale di almeno 1 metro sia all’interno che all’esterno del locale;
  • –  la rimozione, all’esterno dei locali, di distese di tavoli e sedie allo scopo di evitare assembramenti di persone;
  • –  che il limite orario dalle ore 6.00 alle ore 18.00 è riferito solo alla apertura al pubblico. L’attività può comunque proseguire negli orari di chiusura al pubblico ESCLUSIVAMENTE mediante consegna a domicilio. Sarà cura di chi organizza l’attività di consegna a domicilio evitare che il momento della consegna preveda contatti personali. Non sarà consentito il ritiro presso i locali, né all’interno né all’esterno
  • –  che sono da ricomprendere nella seguente ordinanza tutte le attività legate a somministrazione pasti, compresi bar, ristoranti, gelaterie, pizzerie anche d’asporto, kebab e affini.
  • –  che sono da evitare le uscite, le feste, i ritrovi nei parchi, nelle piazze e nei luoghi pubblici in generale

COMUNICA INOLTRE

La necessità di rispettare l’ordinanza N. 833 emanata con decreto N. 29/2020 del Presidente Bonaccini:

Nell’esercizio delle attività classificate con i codici ateco: 96.02.01 (Servizi di saloni di barbiere e parrucchiere); 96.02.02 (Servizi di istituti di bellezza) 96.02.03 (Servizi di manicure e pedicure) 96.09.02 (attività di Tatuaggio e piercing)gli addetti impegnati nel servizio a contatto con i clienti devono, a far data dal 10 marzo 2020 e fino al 3 aprile 2020, indossare una mascherina e guanti monouso, lavarsi le mani fra un cliente e l’altro con gel idroalcolico e pulire le superfici con soluzioni a base di alcol o cloro.

Il presente Comunicato viene trasmesso per gli adempimenti di competenza a:

  • –  Ufficio commercio e attitvità produttive
  • –  Comando di Polizia Municipale
  • –  All’albo pretorio

– Sul sito istituzionale del Comune di Boretto

Si trasmette inoltre per opportuna conoscenza a:

  • –  Stazione dei Carabinieri di Boretto
  • –  All’ AUSL competente