Lancio un forte appello in vista delle commemorazioni di Tutti i Santi e dei defunti del primo e del 2 novembre: veniamo da una stagione di lutti che non si sono potuti nemmeno celebrare degnamente. I cimiteri resteranno pertanto sempre aperti, ma l’invito è quello di cercare quanto più possibile di effettuare visite ai propri cari anche nei giorni precedenti e antecedenti l’1 e il 2 novembre, così da prevenire eventuali assembramenti e garantire il rispetto dei comportamenti idonei a consentire la fruizione di questi luoghi in totale sicurezza sanitaria.
“Ci appelliamo anche al senso di responsabilità di tutta la comunità reggiana per evitare concentrazione di persone durante il prossimo weekend.

Idealmente istituiamo insieme una settimana intera dedicata alla commemorazione dei nostri cari e cerchiamo di evitare situazioni potenzialmente rischiose dal punto di vista sanitario”.
Questa la nota dei Sindaci reggiani, arrivata a seguito di quella emessa nei giorni scorsi dalla Diocesi di Reggio Emilia e Guastalla in cui si ricorda che i momenti celebrativi e liturgici dell’1 e 2 novembre (messe e rosari) saranno celebrati solamente all’interno delle chiese nel rispetto delle norme in vigore e che la benedizione delle tombe deve essere eventualmente programmata con il Parroco in un altro giorno feriale e in modo riservato.
Il Sindaco