La Corte di Cassazione conferma le condanne. Il Sindaco: “Ci siamo stretti alle mamme e ai loro bambini. Sapevamo di essere nel giusto e questa ne è la conferma”