Il Gruppo Consiliare “ViViamo Boretto” presenta una mozione di sostegno alla legge contro le discriminazioni basate sul sesso, sul genere, sull’orientamento sessuale, sull’identità di genere e sulla disabilità.

Durante il Consiglio comunale del 14 aprile 2021, abbiamo presentato una mozione a sostegno del ddl Zan.
L’atto è stato approvato con la favorevolezza del nostro Gruppo consiliare e l’astensione del Gruppo di minoranza “Centrodestra per Boretto”.

Il disegno di legge Zan mira a punire chi istiga a commettere o commette atti di discriminazione o violenza per motivi fondati sul sesso, sul genere, sull’orientamento sessuale, sull’identità di genere e sulla disabilità.
Al momento, è stato approvato alla Camera il 4 novembre 2020 ed è fermo in commissione giustizia al Senato: alcune forze politiche sono contrarie
all’approvazione in quanto credono che questa legge limiti la libertàd’espressione. Lo stesso presidente della Commissione Giustizia, continua a rinviare la discussione della legge.Mentre sui social qualcuno gioisce per la mancata calendarizzazione dellalegge, le violenze e le discriminazioni vanno avanti.Alcuni credono che questa legge serva soltanto a tutelare certi orientamenti sessuali, quando invece si tratta di attuare misure di prevenzione e contrasto delladiscriminazione e della violenza anche per motivi fondati sul sesso, sulgenere, sull’identità di genere e sulla disabilità.
Ad oggi, il movente di queste aggressioni non è riconosciuto e, chi trova il coraggio di denunciare si ritrova davanti ad un sistema giudiziario che non è in grado di tutelarli, ecco perché soltanto il 19% delle persone che subiscono aggressioni di tipo omotransfobico denunciano il fatto.
Crediamo quindi che l’approvazione di questa legge possa servire a raggiungere quell’uguaglianza e quella libertà che al giorno d’oggi dovrebbero essere alla portata di tutti; crediamo inoltre possa istruire le nuove generazioni e non solo, al rispetto reciproco. 
Gruppo consiliare ViviAmo Boretto