Progetto di narrazione popolare
Ottantacinque attori non professionisti raccontano le ottantacinque storie delle vittime della strage alla stazione di Bologna in ottantacinque luoghi della città.
Il presente progetto si propone di creare un cantiere di narrazione popolare a cui possono accedere tutti coloro che vogliano raccontare, pubblicamente, la storia di una delle persone rimaste uccise nel feroce attentato del 2 agosto 1980.
Con questo lavoro s’intende non solo dare vita alla memoria di chi non c’è più, ma anche a una grande esperienza d’incontro popolare in cui chi narra si fa testimone di un evento cruciale di conoscenza del passato, in rapporto a uno spazio e al tempo presente.

Cantiere 2 agosto

Pagina Facebook