mercoledì 25 ottobre ore 20.45 alla Bottega del Tempo Libero 10a Conferenza sulla storia della misteriosa spia della Prima Guerra Mondiale.

7 agosto 1876, nasce Mata Hari, danzatrice, spia, avventuriera.

Il suo vero nome è Margaretha Geertruida Zelle, olandese, l’agente segreto più celebre e più romanzato della storia. Alta, affascinante elegante, colta e intelligente, parla sei lingue ed è dotata di enorme intraprendenza.

Quando arriva a Parigi nel 1904 non ha un soldo ma prende subito alloggio al Grand Hotel. Il successo artistico giunge abbastanza presto. Fa vita mondana e, dopo aver divorziato dal marito, passa da un amante all’altro.

Con la guerra, Mata Hari diviene, col numero di codice H21, una delle più abili spie dei servizi segreti tedeschi.

La fine di Mata Hari arriva quando, confidando troppo sulle sue protezioni altolocate, inizia a fare il doppio gioco servendo anche lo spionaggio francese. «Bruciata» dagli stessi servizi segreti tedeschi e arrestata dal controspionaggio francese, Mata Hari viene fucilata il 15 ottobre 1917.

Volantino 25 ottobre