Questo sito utilizza cookie tecnici, analytics e di terze parti.
Proseguendo nella navigazione accetti l’utilizzo dei cookie.

Privacy policy
Seguici su
cerca

Addizionale Comunale Imposta sul Reddito delle Persone Fisiche - IRPEF

L’addizionale comunale all’IRPEF è un’imposta che si applica al reddito complessivo determinato ai fini dell’IRPEF nazionale ed è dovuta se per lo stesso anno risulta dovuta quest’ultima.

Immagine di Addizionale Comunale Imposta sul Reddito delle Persone Fisiche - IRPEF

Cos'è

L’addizionale comunale all’IRPEF è un’imposta che si applica al reddito complessivo determinato ai fini dell’IRPEF nazionale ed è dovuta se per lo stesso anno risulta dovuta quest’ultima.

A chi si rivolge

Per l’anno 2021 è stata confermata l’aliquota approvata con Delibera di Consiglio Comunale n. 46 del 21/12/2019

Cosa serve

L’Irpef è un’imposta progressiva: vuol dire che la quota percentuale di reddito assorbita dall’imposta aumenta in proporzione al reddito stesso. 

ALIQUOTA UNICA : 0,80%
SOGLIA DI ESENZIONE: REDDITI IMPONIBILI NON SUPERIORI A € 10.000,00

Per le annualità pregresse consultare il motore di ricerca del MEF Dipartimento delle Finanze

Come si ottiene

Viene pagato tramite il modello F24 

Costi

Sono variabili in quanto l’Irpef è un’imposta progressiva: vuol dire che la quota percentuale di reddito assorbita dall’imposta aumenta in proporzione al reddito stesso.
 

Tempi e vincoli

L’acconto per l’anno in corso deve essere versato in una o due rate, a seconda dell’importo:

  • unico versamento entro il 30 novembre se l’acconto è inferiore a 257,52 euro
  • due rate, se l’acconto è pari o superiore a 257,52 euro; la prima è pari al 40% e va versata entro il 30 giugno (insieme al saldo dell’anno precedente), la seconda è pari al restante 60% e va versata entro il 30 novembre. 

La prima rata di acconto e il saldo possono essere versati in rate mensili. La seconda rata dell’acconto deve essere pagata in un’unica soluzione.

In sintesi: salvo proroghe, il saldo e l’eventuale prima rata di acconto devono essere versati entro il 30 giugno dell’anno in cui si presenta la dichiarazione, oppure entro i successivi 30 giorni pagando una maggiorazione dello 0,40%. La scadenza per l’eventuale seconda o unica rata di acconto è invece il 30 novembre.

Documenti

  PDF115,1K IRPEF 2020.pdf
  PDF116K IRPEF 2019.pdf